Sette giorni dopo Dentamaro crollò. "Bravo, mi piace", applausi, fischi, va a laurà barbùn

Dentamaro cede alla mortadella oramai sul far della sera del settimo giorno di digiuno e mezzo. Sempre autocritico il ns. direttore MrBittertooth. Non abbiamo l'html di un messaggio alla povera @ritabernardini ma pare che nell'estasi di autoflagellazione compiuta intorno all'arrosto di maiale il ns direttore abbia promesso sflagelli -- appunto. "Fateveli voi sette giorni di digiuno, stronzi", ha bofonchiato MrBittertooth, raggiunto telefonicamente per una breve intervista: e si sentiva all'altro capo del filo che masticava amaro. Carciofi, ma amaro, come tutto il resto. Il resto, naturalmente, è irriferibile, anche perché non c'è mai stato. Saluti.

Italiano